Il Colosseo
"Finchè esisterà il Colosseo, esisterà Roma; quando cadrà il Colosseo, cadrà anche Roma; ma quando cadrà Roma, anche il Mondo cadrà"

Versione inglese Versione francese Versione tedesca Versione spagnola Versione cinese Versione russa Versione portoghese
Cosa vedere a Roma in 3 giorni (o in un weekend) Per chi viene a Roma per la prima volta è normale utilizzare i tre giorni a disposizione nella visita dei luoghi più belli e importanti della Capitale: il Colosseo, con Foro Romano e Palatino, la zona dal Vaticano, con la Basilica di San Pietro, i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e Castel Sant'Angelo, e poi il centro storico, con la Fontata di Trevi, Piazza Navona, il Pantheon, ecc..
Vediamo quindi altre idee per vedere Roma in 3 giorni.



Primo giorno: Musei Capitolini, Fontana di Trevi e Pantheon Partendo dal Campidoglio, si può iniziare la giornata con la visita ai Musei Capitolini, il museo più importante di Roma con la splendida statua equestre di Marco Aurelio e la Sala della Lupa, che prenderà quasi l'intera mattinata.

Dopo la visita al museo e la pausa, con eventuale pranzo, sul campidoglio a godere della splendida visita dall'alto di Roma si può scendere la scalinata che da su piazza Venezia e proseguire su via del Corso fino a via delle Muratte che presa sulla destra porta alla Fontana di trevi.
Dopo una sosta qui per ammirare la fontana più bella del mondo e, fatto il rito della monetina, si piò riprendere la strada in senso inverso che, proseguendo oltre via del corso, porta alla Piazza di Pietra, dove troverete il Tempio di Adriano, e da li ancora fino al Pantheon.

Qui siamo nel cuore del centro storico e ci sono molte cose che si possono vedere nei dintorni. Da non perdere, sia per la bellezza che per il fatto di essere proprio vicinissimo al Pantheon (alle spalle sulla sinistra) è la Basilica di Santa Maria Sopra Minerva, mentre alle spalle sulla destra c'è la Basilica di Sant'Eustachio.
Un pò più distante invece ma bellissima c'è la Chiesa del Gesù.

La sera
Stando nel cuore del centro storico, di posti dove poter mangiare ce ne sono tantissimi. Su via del Governo Vecchio, per esempio, a due passi da Piazza Navona, ci sono sia ristoranti che ottime pizzerie. E da li, dopo cena si può fare una passeggiata sia a Piazza Navona che nella vicina Campo de' Fiori

Secondo giorno: La Via Appia Antica e le Catacombe Un'intera giornata può essere dedicata a un'escursione lungo la via Appia Antica, con la visita ai monumenti che si trovano lungo la strada, comprese le Catacombe.
La parte più interessante dell'Appia Antica (che originariamente arrivava fino a Brindisi) è il tratto tra Porta San Sebastiano e via delle Capannelle.
L'idea è di farla in senso inverso in modo da arrivare, alla fine, al Circo Massimo, in prossimità della fermata della Metro.

Come dicevamo prima, sono molti i luoghi di estremo interesse da vedere lungo l'Appia Antica; dopo qualche centinaio di metri si incontra Villa dei Quintili, poi dopo circa 3 km si incontra la parte più di monumenti con la Villa Capo di Bove, il Mausoleo di Cecilia Metella e il Circo di Massenzio.
Questa parte è anche la più ricca di punti ristoro, quindi è la più indicata per fare una sosta per il pranzo.

Poco più avanti c'è la parte della catacombe con le Catacombe di San Sebastiano e le Catacombe di San Callisto, la visita delle quali prenderà almeno 3 ore.
Alla fine della zona delle catacombe di San Callisto, prima dell'ultimo dell'ultimo tratto di strada, da non perdere è la visita alla Chiesa del Domine Quo Vadis, dove secondo la leggenda l'aposto Pietro, in fuga dalle persecuzione di Nerone a Roma, incontrò Gesù, a cui pose la famosa domanda "Domine, quo vadis ?"

Consiglio:
Il punto di partenza si può raggiungere col treno che si prende alla stazione Termini per Nettuno e scendere alla prima stazione Torricola, altrimenti prendendo la metro A e scendendo a Giulio Agricola si può allungare il percorso partendo dalla Chiesa di San Policarpo e arrivare sull'Appia Antica passando per il Parco degli Acquedotti. Si allungherebbe un percorso già di per se' piuttosto lungo (circa 15km), ma il Parco degli Acquedotti è veramente bellissimo. Soprattutto in primavera.
P.IVA 14483571007 - Tutti i diritti sono riservati