Delinquenti sotto al Colosseo


Una maxi rissa e’ scoppiata ieri davanti al Colosseo tra due gruppi di procacciatori di turisti provocando un ferito al collo, molto probabilmente è stato usato un taglierino, e sei fermati.


La rissa ha permesso ai carabinieri di scoprire un giro di guide turistiche abusive.

Protagonisti della rissa infatti erano due gruppi di “ciceroni” non autorizzati che da tempo si spartivano i turisti dell’anfiteatro Flavio, guadagnando, hanno accertato i carabinieri, parecchio denaro.


Ieri però il meccanismo si è inceppato e i turni che i due gruppi si erano dati non sono stati rispettati. Così in sei hanno dato vita ad una violenta rissa, finita con il ferimento al collo di una persona. Sei le persone arrestate, tutte arrestate con l’accusa di rissa aggravata. I sei erano divisi in due gruppi, un italiano e due immigrati da una parte e tre italiani dall’altra.


Pare che, in sostanza, i sei pregiudicati avevano a turno a disposizione la piazza ai piedi del Colosseo e i Fori Imperiali a giorni alterni e così proponevano pacchetti turistici con tanto di visita guidata, foto ricordo con gladiatore e consigli su ristoranti, pizzerie e luoghi dove dormire.

Ma, la cosa ancora piu’ grave e’ che, i carabinieri sospettano che possa esserci stato tra gli arrestati e alcuni addetti a siti archeologici e musei, una sorta di accordo sulla vendita dei biglietti per comitive molto consistenti.


Io sono d’accordo con il consigliere provinciale del Pd Paolo Bianchini quando dice:

“Tra finti gladiatori, finti ciceroni, sorta di agenzie di viaggi su strada nate dall’oggi al domani, l’immagine che si offre di Roma nel mondo è ancora una volta quella di una città senza regole e dove regna l’improvvisazione”, afferma il consigliere provinciale del Pd Paolo Bianchini. “In una città come Roma – aggiunge – è indispensabile qualificare i vari aspetti di quella che è tra le principali industrie della capitale: il turismo”


E spero che il vicesindaco Mauro Cutrufo che ha già detto di voler mettere in campo “una squadra antiabusivismo che verifichi, a norma di legge, tutti i settori coinvolti nella accoglienza e nella informazione turistica .Nei prossimi giorni convocheremo sull’ argomento un tavolo con tutti gli operatori del settore”… faccia presto.

Share Your Thoughts