La Menorah nascosta nel roseto

Molti non lo sanno, ma nel Roseto Comunale di Roma si nasconde una Menorah, il candelabro a sette braccia simbolo della fede ebraica.

Questo deriva dal fatto che nell’area che attualmente ospita più di mille varietà di rose, a partire dalla metà del XVII secolo e fino alla fine dell’Ottocento, sorgeva il cimitero della Comunità Ebraica (chiamato anche, a quel tempo, “Ortaccio degli Ebrei”). Il luogo, anche come conseguenza della politica discriminatoria promossa dal papato in quel periodo, divenne presto conosciuto col nome di “Ortaccio degli Ebrei”.

Durante la seconda guerra mondiale, la zona fu utilizzata come orto per far fronte alla scarsità di viveri e finalmente, nel 1950, divenne un giardino pubblico ricco di rose.
Per ricordare le antiche sepolture, i viali di una delle due parti che compongono il Roseto, furono progettati, appunto, proprio a forma di Menorah. Inoltre, presso ognuno dei due ingressi, fu apposta una targa raffigurante le Tavole della Legge.

Share Your Thoughts