Tesori di Roma: Lo Stadio di Domiziano, ovvero i sotterranei di Piazza Navona

Gioiello del Barocco, definita come “il salotto di Roma”, Piazza Navona è una delle piazze più famose e più belle al mondo, con le tre fontane, di cui la splendida Fontana dei Fiumi con l’obelisco di Domiziano al centro, la bellissima chiesa di S.Agnese in Agone e la sua caratteristica forma a ferro di cavallo.

La sua forma è dovuta al fatto che Piazza Navona è costruita letteralmente sopra uno stadio, quello che nel 85 d.C. l’imperatore Domiziano fece costruire qui. Lungo 265 metri e largo 106 ha rappresentato la prima sede permanente a Roma dei giochi dei gladiatori e dello sport agonistico e che poteva arrivare ad ospitare fino a 30.000 spettatori.
Domiziano infatti era un amante della cultura greca e appassionato di atletica e, ultimo della dinastia dei Flavi, come il padre Vespasiano (colui che fece costruire il Colosseo) e il fratello Tito, comprendeva che le feste e i giochi erano un mezzo per ingraziarsi il popolo.

Essendo uno stadio e non un circo, dove avvenivano le corse dei carri, lo Stadio di Domiziano non aveva la spina, ovvero il muro divisorio intorno a cui correvano i cavalli, ma era tutto libero e l’obelisco che oggi si erge al centro della piazza, e che prende il nome dall’imperatore stesso, non si trovava lì ma stava al Circo di Massenzio, sulla via Appia.
Inoltre, a differenza del Colosseo dove si tenevano le lotte tra gladiatori o tra gladiatori e animali e del Circo Massimo dove si tenevano le corse dei carri, qui si tenevano solo giochi e gare di atletica.
Il nome piazza Navona infatti deriva dal suo nome originale Piazza in Agone, dove il termine Agonis in latino significa giochi.

Visita dei sotterranei

E’ possibile visitare i resti dello Stadio di Domiziano, scendendo di circa 4,5 metri sotto Piazza Navona da via di Tor Sanguigna. Questo perchè nel corso del tempo, a causa di crolli e, soprattutto, alluvioni del vicino Tevere, il piano stradale della piazza si è alzato.

Con questo biglietto ed audioguida potrete vedere dal vivo questo luogo incredibile e scoprirete in modo dettagliato la storia della piazza più bella di Roma, dello stadio che una volta occupava la piazza e dell’imperatore che lo costruì.

L’ area archeologica dello Stadio di Domiziano è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00, il sabato dalle 10.00 alle 20.00, con ultimo ingresso 40 minuti prima
.

Share Your Thoughts