La residenza estiva del Papa

Nella cittadina di Castel Gandolfo, a circa 12 chilometri da Roma, si trova la residenza papale, con il Palazzo Apostolico e i Giardini di Villa Barberini, usati, fin dal 17° secolo, come rifugio estivo dai vari papi e aperti al pubblico da Papa Francesco nel 2014.

Il Palazzo si compone di 7 sale disposte secondo l’ordine gerarchico del cerimoniale vaticano, riprendendo lo schema della Seconda Loggia nel Palazzo Apostolico Vaticano. Tutta l’ala settentrionale del palazzo nel 1933 è stata adibita ad osservatorio astronomico per la Specola Vaticana, con cinque telescopi Zeiss coperti da caratteristiche cupole, che rendono ormai immediatamente riconoscibile anche da lontano il complesso pontificio.
Due di questi telescopi sono distaccati nella villa Barberini, collegata al Palazzo Pontificio e che al suo interno si trovano giardini, fattorie e abbondanti resti della monumentale villa di Domiziano, come per esempio il teatro, il criptoportico o l’ippodromo.

E’ possibile visitare la residenza estiva del Papa grazie a questo tour completo di mezza giornata che, direttamente dalla stazione Termini di Roma, vi porta a Castel Gandolfo e, dopo un tour in minibus ecologico attraverso gli splendidi Giardini Barberini (con la possibilià di pranzare), vi porta nelle sale del Palazzo Apostolico prima di far rientro a Roma con il treno.

Altrimenti si può scegliere questo tour in minibus negli splendidi giardini Barberini con picnic sulla terrazza a base di panino, bottiglia d’acqua, dessert locale e un bicchiere di vino o birra.
Oltre dalla bontà dei prodotti (le ciambelline del dessert e il pane e il vino dei castelli romani sono buonissimi), sarete colpiti dalla disponibilità e dalla gentilezza del personale.

Lascia un commento